Fuoco Edizioni Twitter
Immagini della Fuoco Edizioni
acquisto libri
Logo casa editrice
Acquista il tuo libro online
Fuoco Edizioni
Lettrice Fuoco Edizioni
Pagina Pinterest Fuoco Edizioni
pagina fuoco edizioni google plus
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'artiglio del Drago

libro sulla potenza militare cinese
Crescita della potenza militare della Cina

L’evento geopolitico più importante degli ultimi anni è senz’altro l’ascesa inarrestabile della Cina. A partire dal 1979, con le liberalizzazioni introdotte da Deng Xiaoping, la Repubblica popolare è cresciuta ad una velocità senza paragoni, divenendo così, complice il fatto di possedere una popolazione da 1,4 miliardi di abitanti ed essere la seconda economia al mondo in termini assoluti. Oggi Pechino è divenuta anche la seconda Potenza al Mondo, subito dietro gli Stati Uniti, per quel che concerne le spese militari, pari a 1,6 mila miliardi di dollari, l’1,3 per cento in più rispetto al 2009. Tutti questi elementi non possono che provocare serie ripercussioni sugli scenari internazionali. Tuttavia, occorre sottolineare che la crescita cinese, è finora avvenuta in un clima pacifico favorendo l’espansione economica. Ma proprio ora si comincia a delineare una strategia di ampliamento della sfera d’influenza della RPC che finirà, molto probabilmente, col creare tensioni con gli altri attori internazionali. Attualmente la Repubblica popolare è impegnata in un’opera di ristrutturazione e ammodernamento industriale e militare e ha costruito una propria rete di potere strategico, assicurandosi il controllo o la semplice presenza in numerose aree strategiche asiatiche e non solo per soddisfare le esigenze di un’economia notevolmente energivora. La strategia cinese di vincere senza combattere, conquistando i mercati internazionali e rivendicando il controllo del Mar Cinese meridionale non è però gradita a Washington che per questo è intenta in una manovra di accerchiamento, attraverso molteplici alleanze militari con i Paesi dell’Asia orientale e meridionale. Da qui ai prossimi 20 anni però il divario tecnologico tra la Cina e la Superpotenza americana potrebbe essere colmato, mettendo a rischio la pace e il dominio unipolare degli USA.

Pagine 116, Formato 14cm x 20,6cm, ISBN 9-78889736323-1, Prezzo: Euro 14,00

Indice: Prefazione, Introduzione, Capitolo 1 Analisi geo-economica del Paese. La Cina nel XXI secolo, Capitolo 2 La tradizione militare cinese da Sun-Tzu ad oggi, Capitolo 3 La Cina e i suoi vicini. Capitolo 4 Gli attuali rapporti fra Pechino e Washington: cooperazione e competizione, Capitolo 5 Le Forze armate cinesi e l’industria militare (export), Capitolo 6 La politica di sicurezza e la dottrina militare di Pechino, Capitolo 7 La Cina e l’Organizzazione di Shangai per la Cooperazione, Capitolo 8 I rapporti di collaborazione tecnologico-militare con Russia e Israele, Capitolo 9 Missioni militari nel Mondo (N.U. e bilaterali), Capitolo 10 Il bilancio militare della Cina. Il PLA oggi, Capitolo 11 Spionaggio e cyberwarfare, Note, Bibliografia essenziale.


Andrea Perrone è giornalista professionista presso la redazione del quotidiano Rinascita, occupandosi in particolare di politica estera. Per i tipi della Fuoco Edizioni è autore dei saggi “Arktika” (2009) e “Alla conquista dell’Antartide” (2011).


Prefazione a cura del  Generale di Corpo D'Armata Fabio Mini ha completato il corso di studi presso l’Accademia Militare di Modena nel 1965. Diplomato in ragioneria e laureato in Scienze Strategiche, ha conseguito tre corsi di perfezionamento post-laurea di cui due in Scienze Umanistiche presso la “Accademia Agostiniana” dell’Università Lateranense, ed uno in Negoziato Internazionale presso l’Università di Trieste. Quindi ha frequentato la Scuola di Applicazione di Torino ed il Corso di Specialità presso la Scuola d’Arma (Fanteria Meccanizzata). Dal 1975 al 1978 ha frequentato i Corsi di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra. Le sue specializzazioni militari includono quelle in missili anti-carro e difesa NBC, Ufficiale addetto alla Pubblica Informazione della NATO, Ispettore CBM per gli Accordi di Stoccolma ed in Operazioni Psicologiche. Comandante della Brigata Legnano durante l’operazione “Vespri Siciliani” nel 1992 contro il crimine organizzato in Sicilia. E’ stato responsabile anche della preparazione, addestramento e primo schieramento della Brigata in Somalia nel 1993. Dal 1979 al 1981 è stato assegnato negli Stati Uniti presso la 4º Divisione di Fanteria a Fort Carson, nel Colorado, dove ha svolto gli incarichi di Ufficiale addetto ai Piani ed Operazioni (G3). Dal 1993 al 1996 il Generale Mini ha svolto l’incarico di Addetto Militare a Pechino, Repubblica Popolare Cinese. Con il grado di Generale di Divisione ha diretto, inoltre, l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI). Capo di Stato Maggiore del Comando Forze Alleate Sud Europa/JFC della NATO per le Operazioni nei Balcani nel 2000-2002, ha assunto il comando delle operazioni di pace in Kosovo a guida NATO (KFOR) dal 2002 al 2003, quindi è stato Ispettore per il Reclutamento e le Forze della Riserva dell’Esercito e Vice Presidente del Consiglio Superiore delle Forze Armate. Tra le sue numerose pubblicazioni vi sono: “Comandare e comunicare” (Alinari-Firenze, 1989), e “L’altra strategia” (Franco Angeli-Roma, 1998), nel 2003 “La guerra dopo la guerra” e nel 2008 “Soldati” entrambi edizioni Einaudi. E’ autore anche di molti articoli pubblicati su riviste e giornali militari e civili come: La Rivista Militare, Limes, Heartland, l’Espresso e La Repubblica per la quale, in particolare cura il Taccuino Strategico. Per la Libreria Editrice Goriziana (LEG) è responsabile della collana “I Maestri della Strategia”. In servizio ausiliario dal 2005, cura, attualmente, un corso di Peacebuilding e Peacekeeping presso l’Università di Pisa.



L'artiglio del Drago

di Andrea Perrone

Saggio Forze Armate Cinesi del XXI Sec.

Disponibilità immediata
14,00 € Aggiungi
Copyright © Fuoco Edizioni 2008-2017
Motto Fuoco Edizioni
Torna ai contenuti | Torna al menu